Google+ dirittotributario.eu: Cesare_Belluzzi_RAO

lunedì 19 ottobre 2009

Cesare_Belluzzi_RAO

Reichsabgabenordnung (R.A.O.) 

Una prefazione al seminario



Nella Grundgesetz del 1919 l’espressione «Repubblica» non compare: per il giurista tedesco del tempo è il concetto di Reich che assicura la continuità delle antecedenti costituzioni con la novella Weimarerreichverfassung.

Ciò non toglie che per mera comodità d’espressione, anche in sede storiografica si possa adoperare l’espressione «Repubblica di Weimar» come stanno a testimoniare i seguenti accenni bibliografici:


A. Rosemberg, Entstehung der Deutschen Republik, 1871-1918, Berlin 1928, trad. it., Le origini della Repubblica di Weimar, Firenze, 1972.
A. Rosemberg, Geschichte der deutschen Republik, Karlsbad 1935, trad. it., Storia della Repubblica di Weimar, Firenze, 1972.
E. Eyck E., Geschichte der Weimarer Republik, Zürich 1954, trad.it., Storia della Repubblica di Weimar, Torino 1966. 


Per scrupolo si fa notare che i traduttori delle opere più recenti non sono stati altrettanto esatti come ad es.


H. Schulze, Weimar: Deutschland 1917-1933, Berlin, 1982, trad. it., La Repubblica di Weimar. La Germania dal 1918 al 1933, Bologna 1993.


Dal saggio di E. Vanoni (alludo a: L’esperienza della codificazione tributaria in Germania, in Opere Giuridiche, vol. II, Milano 1962) si è attinto largamente per la preparazione di questo seminario (di cui in calce si riporta l’elenco complessivo delle fonti) così come non sono stati preteriti gli altri due scritti fondamentali di questo studioso (Natura ed interpretazione delle leggi tributarie, Padova, 1932, in Opere Giuridiche, vol. I, Milano 1962; I soggetti passivi dell’obbligazione tributaria, in «Foro italiano», 1935, IV, p. 21 segg.).

Quanto all’acronimo «RAO», è formato da tre parole «Reichs –Abgaben – Ordnung», riportate saldate l’una all’altra secondo la tradizione germanica dei termini composti. Per mere ragioni grafiche si erano riportate separate, l’una dopo l’altra dall’alto in basso.

Il termine «Ordnung» sta per ordine laddove in tedesco l’espressione codice viene espressa col termine «Kodex» o meglio ancora «Gesetz(es)sammlung»: il termine «raccolta» ci stava benissimo, ma questo non fu il parere dei grandi pionieri del Diritto tributario italiano, forse perché da sommi giuristi erano convinti che ogni raccolta, per rispecchiare in pieno la realtà sottostante, dovesse avere natura codicistica.

Il termine «Abgaben» indica una serie di termini, ma in questo caso appare imperativo l’uso del termine tributo.

«Reichs» sta per «dell’Impero»; non è un dettaglio linguistico: il legislatore tedesco del tempo ha voluto ribadire la nuova, innovativa, natura di questo «Ordnung» che pretendeva di fare tabula rasa delle antecedenti prerogative fiscali ed amministrative degli Staaten, contemplati dalla carta bismarckiana del 1871, ai quali, come è noto andava la sovranità impositiva per le imposte dirette.

L'Abgabenordnung del 1977 mutuata dalla A.O. dell’immediato dopoguerra, ossia dalla antecedente RAO, tosto depurata dalla Steuranpassungesetz del 1933 è stata redatta tenendo conto di un contesto costituzionale del tutto nuovo, in cui si fa esplicito riferimento ad una Bundesrepublik che nel 1949 si è data una sua Bundesverfassung dove del Reich non si fa menzione

Il che si spiega sia per l’incipiente divisione della Germania in due blocchi, sia per il fatto che in quel momento storico parlare di una patria comune a tutte le popolazioni germaniche non era né prudente, né opportuno.

Solo sul novello Deutsche Mark si fece riferimento alla «Unità» (Einheit).  

Peraltro il seminario in parola, come recita il sottotitolo e come si può evincere dalla bibliografia allegata, si sofferma sui 14 anni di Weimar, ha un taglio storico, e non pretende affatto di affrontare una disamina della RAO a livello di diritto positivo.

Approccio storiografico dunque e scevro da facili encomi nei confronti di questa  «Ordnung» che pure fu largamente mitizzata in tutto il mondo.

Ma anche da giudizi non equilibrati.

 

Dott. Cesare Belluzzi, Università di Bologna

 

 

Alessio G., Ancora dell’imposta progressiva, in «Rivista Italiana per le Scienze giuridiche», 1897, p. 207 segg..

Asprey R. B., The German High Command at War, 1991, trad. it., L’alto comando tedesco, Milano, 1993.                                 

Becker E., Accentramento e sviluppo del Diritto Tributario tedesco, in «Rivista di Diritto Finanziario e di Scienza delle Finanze», 1937,-I p., 137 ss.

Becker E., Reichsabgabenordnung, Berlin, 1928.

Belluzzi C., L’evoluzione dell’imposizione indiretta in Germania e i suoi presupposti politico-istituzionali. 1871-1919, in «Rivista di Diritto Finanziario e di Scienza delle Finanze», 2001-I, p 593 segg..

Blumenstein E., Schweizerisches Steuerrecht, vol. I., Tübingen 1926-1929.

Blumenstein E., System des Steuerrechts, Zürich 1951.  

Bühler O., L’importanza di Enno Becker per lo sviluppo del Diritto tributario tedesco dal 1918, in «Rivista di Diritto Finanziario e di Scienza delle Finanze», 1940, I, pp. 43 segg.

Bühler O., Lehrbuch des Steuerrecht, I vol., Berlin 1927.

Bühler O., Principi giuridici nella legislazione tributaria tedesca del dopoguerra. 1945-1951, in «Jus», 1951, p. 390 segg..

Cannata C. A.-Gambaro A., Lineamenti di Storia della Giurisprudenza europea, vol. II, Torino 1989.

De Viti De Marco A., Principi di economia finanziaria, Einaudi 1953.

D’Amati N., Diritto Tributario, vol. I, Torino vol. I, 1985.

Düwell K., Fra federalismo, unitarismo e centralismo. La riforma del Reich e la ristrutturazione dei Länder nella Repubblica di Weimar 1918-1933, in Centralismo e Federalismo tra Otto e Novecento. Italia e Germania a confronto, a cura di O. Janz, P. Sulliera, H. Siegrist, Bologna 1997.  

Eyck E., Geschichte der Weimarer Republik, Zürich 1954, trad.it., Storia della Repubblica di Weimar, Torino 1966.

fantozzi A., Profili storico-critici della Riforma della imposizione sugli scambi in Germania, in Studi di finanza pubblica-Studi sull’IVA, collana diretta da Cesare Cosciani, Milano 1968.

Fassò G., Storia della Filosofia del Diritto, vol III, Bologna 1970.

Fioravanti M., Giuristi e costituzione politica nell’Ottocento tedesco, Milano 1979.

Fioravanti M., Otto Mayer e la scienza del diritto amministrativo, in La scienza del diritto pubblico. Dottrine dello Stato e della Costituzione tra Otto eNovecento, Milano 2001.

Fischer F., Griff nach am Weltmacht, 1961, Düsseldorf, trad. it., Assalto al potere mondiale, Torino 1964.

Fischer P., Die Steuerumgehung. Überlegungen zum deutschem Recht, trad it, L’elusione fiscale nell’esperienza tedesca, in L’elusione fiscale nell’esperienza europea, a cura di A. Di Pietro, Milano 1999.

Flora F., Manuale della Scienza delle Finanze, Livorno 1912.

Gerber C.F.(von), Grundzüge eines Systems deutschen Staatsrecht, Leipzig 1869.

Giannini M. S., Il pubblico potere. Stati e amministrazioni pubbliche, Bologna1986.

Gozzi G., Stato di Diritto e diritti soggettivi nella storia costituzionale tedesca, in Lo Stato di Diritto. Storia, teoria, critica, a cura di P. Costa e D. Zolo, Milano, 2003.

Hensel A., Steuerrecht, Berlin, 1924, trad. it., Diritto Tributario, Milano, s.d. ma 1931.

Hinze O. Der Beamtenstand, in «Vorträge der Gehe-Stiftung zu Dresden», 3, 1911, ora in Gesammelte Abhandlungen, II: Soziologie und Geschichte, a cura di G. Oesteich, Göttingen, 1964, II ed., trad. it.,Il ceto dei funzionari, Bologna, 1980.

Holtfrerich C. L.(von), Rüstung, Reparationen und Sozialstaat. Die Modernisierung des Steuersystems im Ersten Weltkrieg und in der großen Inflation, in Mit dem Zehnten fing es an, München 1992, a cura di U.Schultz.

Horne A., The Prince of Glory, trad. it., Il prezzo della gloria, Milano 1918.

Humbert L., Die Begrundung der Reichsfinanzverwaltungs, Bonn 1964.

Irti N., L’Età della decodificazione, Milano 1999.

Irti N., La cultura del diritto civile, Torino 1990.

Laband P., Das Staatsrecht des deutschen Reichs, vol. I, Tübingen 1876.

Lutz H., Zwischen Habsburg und Preußen. Deutschland 1815-1866, Berlin 1985, trad. it., Tra Asburgo e Prussia. La Germania dal 1815 al 1866, Bologna 1992.

Mannori L.-Sordi B., Storia del diritto amministrativo, Roma-Bari 2001.

Mayer O., Deutsches Verwaltungsrecht, vol. I, Leipzig, 1895-96.

Meyer R. Die Principien der gerechten Besteuerung, Berlin 1884.

Masè-Dari E., L’imposta progressiva. Indagini di storia e d’economia delle finanze, Torino 1897.

meinecke F., Esperienze. 1862-1919, Napoli, 1971.

Miglio G., Le origini della Scienza dell’Amministrazione, Milano 1971.

Möller H., Fürstenstaat oder Bürgernation: Deutschland 1763-1815, München 1989, trad. it., Stato assoluto o Stato nazionale. La Germania dal 1763 al 1815, Bologna 2000.

Moraw P., Der Gemeine Pfennig. Neue Steuern und die Einheit des Reches im 15. und 16. Jahrhundert, in Mit dem Zehnten fing es an, München, 1992, a cura di U.Schulz.

Neumark F., Der Aufstieg der Einkommensteuer. Entstehung und Entwicklung der Direkten Besteuerung, in Mit dem Zehnten fing es an, München, 1992, a cura di U. Schulz.

Neumark F., Lasalles Steuerstreitschrift, in «FinanzArchiv», Zeitschrift, Band 23, 1963/64.

Niveau M., Storia dei fatti economici contemporanei, Milano 1970.

Nitti F. S., Principi di Scienza delle Finanze, Napoli 1903.

Preuss H., Entwiklung des Deutschen Städtewesens. Entwiklungsgeschichte Deutschen Städteverfassung, Leipzig, 1906, ristampa anastatica, Aalen, 1965.

Roscher W., Finanzwissenschaft, Stuttgart 1886.

Rosemberg A., Entstehung der Deutschen Republik, 1871-1918, Berlin 1928, trad. it., Le origini della Repubblica di Weimar, Firenze, 1972.

Rosemberg A., Geschichte der deutschen Republik, Karlsbad 1935, trad. it., Storia della Repubblica di Weimar, Firenze, 1972.

Ritter G., Staatskunst und Kriegshandwerk. Das Problem des Militarismus in Deutschland, München, 1964 e 1968, trad. it., I militari e la politica nella Germania moderna, vol. II e III, Torino, 1973. 

Rusconi G. E., La crisi di Weimar. Crisi di sistema e sconfitta operaia, Torino 1977.

Sax E., Die Progressivsteuer, in «Zeitschrift, für Volkswirthschaft, Sozialpolitik und Verwaltung», Wien, 1892.

Seligmann E. R. A., Progressive Taxation in theory and practice, Baltimore 1894.

Shirer W., The Rise and Fall of the Third Reich, 1959, trad. it., Storia del Terzo Reich, Torino 1962.

Schomburg W., Lexicon der deutschen Steuer-und Zollgeschichte, Abgaben, Dienste, Gebürhen, Steuern und Zölle von den Anfangen bis 1806, München 1992.

Schullern-Schrattenhofen (von) H., La riforma tributaria in Austria, in «La Riforma Sociale», anno IV, vol.VII, 1897, p. 369 segg..

Schulze H., Die keinesweg Goldenen Zwanziger Jahre. Steuerpolitik zwischen Inflation und Wirtschafrtskrise. 1919-1932, in Mit dem Zehnten fing es an, München, 1992, a cura di U. Schultz

Schulze H., Weimar: Deutschland 1917-1933, Berlin, 1982, trad. it., La Repubblica di Weimar. La Germania dal 1918 al 1933, Bologna 1993.

Silvestri M., Isonzo 1917, Torino 1965.

Sirinelli J. F., Vandenbussche R., Vavasseur-Desperriers J., La France de 1914 à nos jours, Paris, 2000, trad. it., Storia della Francia nel Novecento, Bologna 2003.

Sordi B., Tra Weimar e Vienna. Amministrazione pubblica e teoria giuridica nel primo dopoguerra, Milano 1987.

Stachura P.D., The Weimar Era and Hitler 1918-1933. A Critical Bibliography, Oxford 1977.

Stahl F.J., Die Philosophie des Rechts, Heidelberg 1870.

Tipke K., Die Steuerrechtsordnung, Köln 1993.

Tipke K., Enno Becker, Schöpfer der Reichsabgabenordnung, in «Steuer und Wirtschaft», Zeitschrift, 1990, p.74 segg.

Tipke K.-Lang J., Steuerrecht, Köln 1994.

Vanoni E., Natura ed interpretazione delle leggi tributarie, Padova, 1932, in Opere Giuridiche, vol. I, Milano 1962.

Vanoni E., L’esperienza della codificazione tributaria in Germania, in Opere Giuridiche, vol. II, Milano 1962.

Vanoni E., I soggetti passivi dell’obbligazione tributaria, in «Foro italiano», 1935, IV, p. 21 segg..

Vermeil E., L’Allemagne contemporaine, sociale, politique et culturelle, Paris 1953, trad. it., La Germania contemporanea. 1890-1950, Bari 1956.

Wagner A., Finanzwissenschaft, Leipzig 1877

Witt P.Ch.(von), Patriotische Gabe und Brotwucher Finanzverfassung und politisches System im Deutschen Kaiserreich.1871-1914, in Mit dem Zehnten fing es an, München 1992, a cura di U. Schultz.

 

 



Posta un commento