Google+ dirittotributario.eu: agosto 2008

mercoledì 27 agosto 2008

FANTOZZI: ACCETTO INCARICO DI COMMISSARIO ALITALIA

(Apcom) - Augusto Fantozzi accetterà l'incarico di commissario di Alitalia. Lo ha detto lo stesso avvocato ed ex ministro lasciando palazzo Chigi dopo un 'faccia a faccia' con il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta. A chi gli chiedeva se accetterà l'incarico ha risposto: "Sì". L'ipotesi del commissariamento - ha aggiunto rispondendo ad una domanda - "è verosimile".

lunedì 25 agosto 2008

UNIFE paga gli studenti !

Vi piacerebbe, eh ?
No, il fatto è che rischia di andare deserto un bando per tutor erasmus da parte della facoltà.
Possibile che nessuno studente sia interessato a guadagnare una manciata di euro supportando il sottoscritto nel gestire gli studenti erasmus INBOUND ?
E' vero, si è pagati poco, ma anche il lavoro è terribilmente flessibile e compatibile con il ritmo di studio anche del più secchione fra di voi.
Io alla vostra età andavo a raccogliere l'uva, in nero, a 10.000 lire l'ora, e in più dovevo anche caricare tutte le casse sul pianale del carro raccolta perché ero l'unico under 60 del mio gruppo, e gli altri non ce la facevano.
Credetemi, era diverso ...

giovedì 7 agosto 2008

La nuova edizione del Master in Diritto tributario


IL Dott. Mondini mi invia l'ultimo manifesto per l'edizione 2008 - 2009 del Master in Diritto tributario "A. Berliri" dell'Università degli Studi di Bologna.
Lo pubblico volentieri !!!
Grazie, Andrea

domenica 3 agosto 2008

ON COMPANY PORTABILITY

Noncurante di vari tasks aperti, ho finito appena adesso di correggere un articolo sulla mobilità societaria in europa a cura di una laureata a Ferrara. Si tratta di un ottimo lavoro su un tema a me caro da quando, anni fa, ne ho discusso nel corso di un seminario ravennate insieme agli amici Andrea Carinci, carla De Pietro e ai professori Enriques e Schon (lo so, manca la dieresi, ma non ho voglia di cercare il carattere speciale, ecco !!!).
Credevo che fosse un punto di arrivo nella nostra indagine, mentre invece c'è ancora tanto da fare. Il filone mi sembra buono, anche soprattutto in ragione del fatto che, dopo una attesa di anni, il mio contributo per la rivista europea del Professore sta finalmente per vedere la luce (quando mi deciderò a fare la bibliografia ????).
L'obiettivo è quello di sostenere e realizzare la piena portabilità societaria all'interno dell'UNIONE EUROPEA. Come sarebbe ?
NOn una società europea, tanto la fanno in pochissimi, e solo gruppi medio grandi di gente corazzata, ma regole semplici che permettano di far girare le società a basso costo. Intendendo come basso costo quello di compliance.
Vi racconto il mio caso.
Tempo fa avevo pensato di costituire una piccola società editrice.
Piccolissima. Anche tralasciando il fattore fiscale, mantenere una società dal solo punto di vista dei compliance costs (commercialista and friends) costa svariate migliaia di euro annui (gli interessati mi diranno che non è così, io non lo so perché non faccio la professione, tant'è ..): ergo, niente di fatto.
Ci scommetto che gli stessi costi su supportano, a livello aggregato, in europa. Ergo, penso che la semplificazione a invarianza di gettito sia risparmio neto non costoso per lo stato (banale, ma vabbè, sono al mare e fa caldo).
Detto da uno che forma consulenti, ci sarebbe quasi da ridere ...