Google+ dirittotributario.eu: Diritto tributario e diritto tributario internazionale

mercoledì 7 maggio 2008

Diritto tributario e diritto tributario internazionale

Nel tentativo di agevolare gli studenti che devono superare diritto tributario (avanzato) pur avendo sostenuto diritto tributario in un'altra facoltà o a servizi giuridici si è creata un po' di confusione, alcuni hanno sentito risposte di un certo tipo, altri di un altro.
Personalmente ho ricevuto vari di voi, e ad altri ho risposto per mail. Ora mi sono stancato e rispondo in maniera generale per tutti.
Gli studenti che hanno raggiunto l'accordo di cui alle righe precedenti con il prof. Di Pietro, e solo quelli, possono sostenere l'esame di diritto tributario avanzato preparando il programma di diritto tributario internazionale.
Possono soddisfare quest'ultima condizione in vari modi

1) Seguendo attivamente tutti i seminari del corso, e sui quali saranno dunque sentiti

2) Seguendo i seminari del corso, e però preparandone in maniera dettagliata uno solo, senza sovrapposizioni.

3) Realizzando una tesina scritta (20 - 30 pagine) su uno solo di questi, senza sovrapposizioni. Tesina che sarà poi discussa oralmente.
"Senza sovrapposizioni" significa che accetterò al massimo DUE studenti per ogni singolo seminario (alcuni si sono già prenotati).


Onde evitare "fughe" semplificatrici, del tipo: meglio andare a un solo seminario e studiare quello piuttosto che studiare tutti, segnalo che l'approfondimento richiesto
sarà molto, molto elevato elevato.
Potrò ad esempio chiedere quale norma del TUIR disciplina la residenza duale delle società, o quale fu il gettito complessivo dell'imposta di ricchezza mobile al momento della sua istituzione o ancora esempi di tariffe doganali riferite a specifici beni, a seconda che si scelga il seminario del Prof. Wijnen, del prof. Belluzzi o del Dott. Modonesi.
Posta un commento