Google+ dirittotributario.eu: Lezione 28

venerdì 9 novembre 2007

Lezione 28

Lezione di raccodo fra diritto tributario e fondamenti di bilancio.
Abbiamo parlato oggi di ammortamento: di che cosa ssi tratta, che funzione ha nel diritto tributario, come si calcola? perché il meccanismo di ammortamento tributario diverge in parte da quello civilisticamente determinato ?

2 commenti:

Anonimo ha detto...

DIRITTO TRIBUTARIO LEZIONE NUMERO 28
Le spese che possono essere dedotte sono solo le spese inerenti alla propria attività, per inerenti intendiamo strumentalità ed efficacia. Questo è un importante vantaggio, infatti sono costi che vanno ad incidere sulla base imponibile, ma vi è anche un rischio, infatti la norma tributaria non da criteri analitici, spetta al contribuente dimostrare all’erario che quel determinato bene è utile per l’attività, vi è solo una norma generale. Secondo l’art. 54 del T.U. vi sono delle quote forfettarie per determinati beni in qualità della loro natura, la norma impone una quota forfettaria di deducibilità, anche se il calcolo del reddito avviene in maniera analitica,in quanto si presume che il bene venga utilizzato anche per usi diversi, questa presunzione è una garanzia sia per l’erario che per il contribuente, il quale può utilizzare il bene anche per usi personali ecc. Quando il contribuente acquista un bene, per lui è un costo che viene dedotto dal reddito imponibile (cancelleria beni di consumo ecc.),vi sono dei beni, specialmente beni strumentali ecc. che non si consumano subito ma vengono utilizzati per più periodi d’imposta, in questo caso il contribuente non si è impoverito ma ha trasformato il denaro in un bene perciò non si può dedurre questa spesa, di fondamentale importanza per il lavoratore autonomo e per l’impresa è quindi la deducibilità delle quote di ammortamento. In base a queste quote, il contribuente può dedurre una quota all’anno in base alla perdita di valore del determinato bene. Per il diritto civile che utilizza regole logiche, prudenzialità e rappresentazioni veritiere, a volte deduco tutto subito, in quanto specialmente nel campo dell’elettronica, il bene acquistato dopo pochi mesi vale la metà, questo non è fiscalmente possibile, infatti esistono dei piani di ammortamento che fiscalmente parlando, devono essere redatti in base al decreto del ministero delle finanze, il quale prevede una lista dettagliata di beni e la percentuale che posso dedurre anno per anno, queste quote sono prefissate.
FERRARI FABIO 074893

Marco ha detto...

Va bene, e le osservazioni sono sufficienti ai fini della registrazione della presenza. Ma perché la divergenza con il modello del diritto civile ? Qualche parola in più poteva essere spesa su questo profilo, che costituisce uno degli aspetti più salienti della lezione.