Google+ dirittotributario.eu: World in Flames

venerdì 10 agosto 2007

World in Flames


Chissà chi si ricorda quel mitico boardgame.
In una estate in cui tutto sembra andare a fuco, qualche giorno fa, di ritorno a casa mia a Rovigo, mi sono trovato di fronte questo spettacolo.
Di fronte è dire poco, in realtà mi ci sono ritrovato in mezzo con la bici e tutto. Bruciava una impresa, però, non un bosco.
Per questi ultimi si fa un gran parlare, oggi, della mancanza di un catasto delle aree boschive, e sul fatto che i comuni non hanno le risorse (la voglia ?) per farlo.
ma dico io, non basta un piccolo accordo commerciale con Google Certamente le loro Maps possono non essere aggiornate, ma il perimetro di un bosco lo rilevano bene, eccome !
Insomma, siamo alle solite. Come si diceva una volta, la situazione è grave, ma non seria.

4 commenti:

Indijah ha detto...

Mai passato dalla Falco a Pomposa? Brucia un giorno sì e l'altro pure :-)
W i truciolati e le sostanze altamente infiammabili.

Marco ha detto...

Ma si tratta di incendi pilotati o che ?
Nel senso che sono programmati ... o sono degli "incidenti sistematici" ?

indijah ha detto...

Programmati dubito.
A meno che non abbiano una buona assicurazione, che...
... dunno!
Certo è che la frequenza è troppo alta, quindi forse è semplicemente poco occhio...

Come quando la mamma ti dice "smettila di pingolarti dalla sedia", e tu continui imperterrito, finchè non caschi, ti fai male e piangi...
Lì mi sa che accumulano gran scarti di lavorazione e tra il sole e il resto, puntualmente... bum!

Marco ha detto...

Comportaemnto abbastanza irrazionale. Ma forse non più di quello di molti altri.