Google+ dirittotributario.eu: L'incredibile superficialità di aclune ricerche

sabato 14 luglio 2007

L'incredibile superficialità di aclune ricerche

Quando preparai la tesi di laurea io correva l'anno del signore 1997. Internet era agli albori, google non si sapeva neanche cosa fosse (o quasi) e di motori di ricerca neppure.
Io ero in rete da quasi due anni (1996) ma andavo con un sublime modem analogico da 28.800 kbps ... e mi pareva d volare, usavo netscape navigator, ma mi dilettavo anche con Internet explorer 2.0.
Le ricerche per la mia tesi le ho fatte in un momento di passaggio, quindi.
In parte come le hanno fatto intere generazioni di giuristi prima di me, in parte su banche dati.
Tralasciando una fregatura che subii da quello che ai tempi era il responsabile informatico del Dipartimento per questo tipo di ricerche (mi fece pagare 70.000 lire per una ricerca su banche dati d'ateneo ...), posso dire ora che mi ci dedicai con particolare attenzione.
Passai a uno a uno tutti i numeri di tutte le riviste di diritto tributario presenti al Dipartimento Cicu negli ultimi sette anni (in alcuni casi andai anche più indietro).
E' per questo che oggi quando vedo studenti che non hanno voglia mezza di fare questo tipo di lavoro o che a colloquio mi dicono candidamente "ho cercato, ma su questo argomento non ho davvero trovato niente" quando io so benissimo che ci sono stati validi contributi dottrinali o, più spesso, giurisprudenziali, mi viene male.
Mi è capitato anche la settimana scorsa.
Io che volete che vi dica? Di discutere non ne ho più voglia. Lo faccio presente ... e d'ora in poi prenderò le mie contromisure.
Posta un commento