Google+ dirittotributario.eu: Con un po' di tristezza

martedì 10 luglio 2007

Con un po' di tristezza


La settimana scorsa il Consiglio di Facoltà di giurisprudenza è stato costretto a rimodulare il piano di studi delle lauree triennali in servizi giuridici.
L'operazione è stata resa necessaria da una decisione ministeriale di limitare a 20 il numero massimo di esami che gli studenti devono sostenere.
Da un certo punto di vista l'ho trovata una decisione giusta: fra crediti, creditini, prove diagonali / trasversali, compentenze varie il percorso di studi degli studenti in giurisprudenza sembrava la strada della morte che da Baghdad porta all'aeroporto internazionale.
Bene.
Purtroppo a farne le spese è stata, soprattutto, la mia materia.
Quando il nuovo piano di studi andrà a regime, tributario non si insegnerà più al triennio.
Amen.
Il che mi rende triste perché, anche se sono di parte credo che la materia che provo ad insegnare una qualche utilità ce l'abbia.
Soprattutto in un mondo in cui la priorità del laureato in giurisprudenza non è qulla di acquisire un metodo, ma di trovare un lavoro, è triste ma è così.
Il che è doppiamente triste perché in tutti questi anni, grazie suprattutto al supporto di tutti gli studenti che hanno seguito i miei corsi, ho sempre avuto dei feedback oltremodo positivi (come qualità della didattica mi sono sempre collocato o al primo o al secondo posto dei corsi ove diritto tributario è stato insegnato).
Quindi spiegare cose utili in un modo utile è del tuto inutile.
C'è sempre da imparare, ragazzi !!!
Io la mia lezione l'ho imparata, dall'anno prossimo cambierò registro. Tanto ... non cambia niente.
Posta un commento